La Testimonianza di Sara

Eccoci qui alla terza Testimonianza, quella di Sara, 23 anni appena compiuti, negli States (a Richmond, in Virginia) da tre mesi e mezzo.

10564845_10203469871780078_796424043_n


Di quanti bambini ti prendi cura?

Mi occupo di 3 bambini: il più piccolo (soprannominato Little Monster) ha 5 anni, l’altro bambino ne ha quasi 8 e la mia girl ne ha 10.


Com è il tuo rapporto con la Host Family e con i bambini?

Ho creato un magnifico rapporto con la mia host family. I miei host parents sono fantastici e devo dire che sono molto fortunata su questo punto. Ovviamente non sono perfetti: la casa è un disastro, messy and dirty e con un sacco di lavori da fare; la mia schedule cambia completamente ogni giorno e si scordano un sacco di cose… Ma mi lasciano molta libertà, posso fare un sacco di cose per conto mio e anche questo è vitale per me! I bambini non sono cattivi, ogni tanto (ed è successo spesso in estate) non li sopporto proprio, non vedo l’ora che arrivi il weekend per stare fuori di casa e non vederli per due interi giorni! Però poi quando vedo quelle faccine me le mangerei di baci!


Quali attività ti piace fare con loro?

I miei boys sono bambini abbastanza attivi e devono per forza fare qualcosa, non c’è un attimo di relax: balliamo, andiamo in piscina, qualsiasi sport di qualsiasi genere va bene per loro! Invece la mia girl gioca sempre con le sue bambole e peluche e quando vogliamo del tempo solo fra donnine andiamo a leggere da Barnes and Noble tutte le riviste, andiamo a mangiare il frozen yogurt e ascoltiamo la musica e cantiamo!


Quali sono gli aspetti più difficili del vivere con persone “sconosciute” e così lontani da casa?

L’aspetto più difficile è ovviamente far convivere abitudini completamente differenti. I primi giorni di adattamento sono stati molto difficili per me, ma ora mi sento parte integrante della casa 😛


Qual è la cosa più bella e quella un po’ meno piacevole che ti è successa da quando sei lì?

Di cose belle me ne sono successe: ogni volta che viaggio per me è sempre meraviglioso soprattutto perchè ho viaggiato in posti unici! Però ho avuto sempre una sfiga incredibile: sono caduta dalle scale e mi sono quasi rotta una caviglia, cellulare disastrato… Un sacco di piccoli episodi di sfortuna giornalieri ai quali ormai sono abituata… E soprattutto dormo pochissimo a causa dei cani che mi abbaiano affianco alla mia camera e la luce negli occhi mentre dormo alla mattina alle 6!


Quante ore lavori al giorno/settimana?

E’ difficile contare le ore di lavoro. In generale, faccio tutti i giorni più di 12 ore, poiché adesso è estate e i bambini sono a casa da scuola. Inizio solitamente verso le 7.40 di mattina perché non c’è verso di far dormire un pò di più i kids e stacco verso le 6-6.30 pm ( a volte anche 7-7.30). Però ho la fortuna (che per me è fondamentale) di avere praticamente tutti i weekend liberi.


Cosa fai solitamente nei tuoi giorni liberi?

Ricapitolando i miei gironi liberi sono sabato e domenica. Ovviamente è capitato che lavorassi la domenica, però i miei host parents hanno piacere di passare del tempo con i loro figli nel loro tempo libero, cosa che non tutte le famiglie con delle au pair fanno. Nel mio tempo libero faccio di tutto: shopping, giri per la città oppure appena posso mi faccio un weekend in giro; fino adesso sono stata a New York, Virginia Beach, Philadelphia e posti vicini alla mia città. E non manca ovviamente il divertimento notturno che ci sta, (diciamo che la mia anima festaiola ancora non si è placata :P)


Quali posti ti piacerebbe visitare durante questo anno?

Proprio in questi giorni sono stata a Philadephia con la mia host mum e il figlio piccolino, visto che gli altri due sono al summer camp. Nel weekend raggiungo un mio amico a Boston, dove starò per 4-5 giorni e I’m really excited! Vorrei esplorare meglio New York City, Washington, New Orleans e tutta la East Coast in generale, dal Massachusetts alla Florida! Vorrei riservarmi la mitica California per il mio travelling month perchè non so se poi avrò la forza di tornare a Richmond (penso che mi piacerà troppo stare a San Francisco).


Cosa ti piace di più dell’America e cosa di meno?

Questo è un discorso un po’ complicato. Io starei qua per sempre, mi piace moltissimo vivere in questo paese, ci sono un sacco di opportunità, sia lavorative poiché puoi ancora sperare di trovare il lavoro dei tuoi sogni, ma anche per quanto riguarda il tipo di esperienze e persone che puoi vivere ed incontrare. A busy and thrilling life è quello che mi piacerebbe tantissimo per il mio futuro. In generale però vedo troppe cose che mi lasciano esterrefatta. Primo punto da discutere: gli americani sono troppo stupidi; l’ignoranza dilaga in ogni dove! Anche i giovani iscritti all’università con i massimi voti, al di fuori della loro materia di studio dove sono i massimi esperti…non sanno niente!!! Ovvero, l’americano medio non sa quello che succede nel resto del mondo, molti non sanno nemmeno ciò che succede al di fuori del loro stesso stato! Leggi stupide ce ne sono anche qui e un’altra cosa che ho notato è che c’è un cartello per qualsiasi cosa, come se la gente non riuscisse a capire cosa non dover fare! Ovviamente questa è la mia opinione dedotta da esperienze personali.


Senti mai la mancanza di casa? Come affronti i momenti di nostalgia?

La mancanza di casa la sento sempre, la mia famiglia e i miei amici sono tutto per me e sapevo che sarebbe stata uno degli ostacoli più difficili da superare. Fortunatamente mi sono fatta buone amiche anche negli States sulle quali posso contare e per me è fondamentale per riuscire ad andare avanti in questa esperienza. Solitamente nei momenti no, cerco di tenermi impegnata il più possibile e uscire e divertirmi!


Com è il cibo? Ti è capitato di mangiare qualcosa di strano o particolare?

Il cibo qua è un macello!!!! Tutto è super zuccherato (io sono una sugar addicted quindi potete capire il mio disagio); io sono vegetariana e mi mancano troppo le verdure e frutta italiane, visto che qua sono tutte annacquate e quasi senza sapore. Consiglio di andare negli organic store ma purtroppo non tutte le famiglie vogliono cibo biologico perchè costa troppo e quindi bisogna adattarsi ogni tanto, a meno che non paghi di tasca tua!


Ti sei già informata sui vari corsi che potresti frequentare? Hai già chiaro cosa vorresti fare?

Ho trovato un corso a Virginia Beach a fine settembre di American Culture e Self Improvement che potrebbe aiutarmi a svolgere l’esame del toefl e in seguito appena posso andrò a sentire in un community college per un corso di Marketing e Business, poichè le università normali sono inavvicinabili a causa dei costi.


Come ti trovi a guidare con il cambio automatico?

Non è assolutamente difficile guidare col cambio automatico, anzi, penso proprio che gli americani siano degli sfaticati per aver inventato questa cosa!


Quali sono secondo te le più strane abitudini degli americani?

Una cosa che ho notato che non è una vera e propria abitudine, più che altro solo una puntualizzazione: l’amicizia e i rapporti interpersonali qui sono più effimeri e mi sembra che persone che si conoscono da venti o trent’anni non si conoscano poi così tanto, solo superficialmente. Mia constatazione personale anche questa ovviamente perchè io con i miei amici e amiche sono un tutt’uno costantemente. So tutto di loro!!!


Che consiglio daresti a chi vuole iniziare questa esperienza o sta per iniziarla?

Il consiglio che posso dare a ragazzi e ragazze che decidono di fare quest’esperienza è di non scegliere troppo in fretta la famiglia dove andare ad abitare, devi veramente sentire un certo feeling con questa “gente”: dovrai viverci per un anno e vederli costantemente ogni singolo giorno!!!! Chiedi informazioni il più possibile su di loro prima di partire. E puntualizzerei anche il fatto, per me molto importante: avere sempre del tempo libero, perchè come in qualsiasi lavoro anche se lavori 14 ore al giorno, finite quelle vai a casa e puoi fare quello che più ti piace. Questo è un lavoro che non finisce mai! Instaurare un buon dialogo con la famiglia e divertirsi sono punti fondamentali del successo di questa esperienza a mio avviso!!!!


10531101_10203469871060060_250633419_n


Grazie mille a Sara!!! 🙂

Chicca

Annunci

2 pensieri su “La Testimonianza di Sara

    • Ciao! 🙂 riferiró a Sara del tuo commento, così potrà risponderti, nel frattempo, se vuoi, puoi trovare me, lei e molte altre au pair nel gruppo Italian Au Pair su Facebook (magari sei già iscritta :)), lì ci scambiamo un sacco di informazioni e consigli e potrai trovare ragazze che sono/andranno dove vai tu e che partiranno il tuo stesso giorno. Ciao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...